Covid-19. Vigilanza privata, la bilateralità contrattuale scende in campo. Ebinvip destina 2 milioni di euro per aiutare i lavoratori monoreddito colpiti dalla crisi. I sindacati: decisione responsabile fondata sul principio solidaristico

Giovedì, 7 Maggio, 2020

Roma, 7 maggio 2020 – Scende in campo la bilateralità contrattuale nel comparto della vigilanza privata, uno dei settori colpiti dalla crisi sanitaria ed economica e dagli effetti del lockdown.

Le Parti Sociali firmatarie del contratto collettivo nazionale di settore hanno deciso di destinare le somme accantonate sul bilancio dell'Ebinvip, circa 2 milioni di euro, ad aiutare i lavoratori del settore – complessivamente circa 50mila addetti – maggiormente interessati dall'ammortizzatore sociale in deroga a fronte dell'emergenza pandemica Covid-19 con conseguente perdita di salario.

Accederanno al sostegno straordinario i lavoratori monoreddito del settore posti in ammortizzatore sociale in misura pari ad almeno 75% delle ore ordinarie lavorabili nei mesi di Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio ed Agosto 2020, ai quali l'Ente Bilaterale erogherà un contributo solidale pari a 130 euro lordi per ciascun mese.

Il contributo di solidarietà potrà esser richiesto da ciascun lavoratore per massimo tre mesi attraverso la modulistica disponibile sul sito web www.ebinvip.it.

I sindacati di categoria Cgil Cisl Uil, con il consenso delle Associazioni datoriali, sottolineano in particolare di «aver assunto responsabilmente una decisione fondata sul principio solidaristico, convenendo di utilizzare le risorse economiche accantonate a bilancio per andare incontro alle esigenze dei lavoratori e delle loro famiglie, più bisognosi ed esposti alla crisi, fornendo risposte concrete ed uniformi su tutto il territorio nazionale».